Archivio

Archivio Agosto 2006

IF… R. Kipling

29 Agosto 2006 6 commenti


IF?
Se riesci a mantenere la calma quando tutti attorno a te la stanno perdendo;
Se sai aver fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te tenendo conto però dei loro dubbi;
Se sai aspettare senza stancarti di aspettare o essendo calunniato non rispondere con calunnie o essendo odiato non dare spazio all’odio senza tuttavia sembrare troppo buono ne’ parlare troppo da saggio;
Se sai sognare senza fare dei sogni i tuoi padroni;
Se riesci a pensare senza fare di pensieri il tuo fine;
Se sai incontrarti con il successo e la sconfitta e trattare questi due impostori proprio nello stesso modo;
Se riesci a sopportare di sentire la verità che tu hai detto, distorta da imbroglioni che ne fanno una trappola per gli ingenui;
Se sai guardare le cose, per le quali hai dato la vita distrutte e sai umiliarti a ricostruirle con i tuoi strumenti ormai logori;
Se sai fare un’unica pila delle tue vittorie e rischiarla in un solo colpo a testa o croce e perdere e ricominciare dall’inizio senza mai lasciarti sfuggire una sola parola su quello che hai perso;
Se sai costringere il tuo cuore, i tuoi nervi, i tuoi polsi a sorreggerti anche dopo molto tempo che non te li senti più e così resistere quando in te non c’è più nulla tranne la volontà che dice loro: Resistete!;
Se sai parlare con i disonesti senza perdere la tua onestà o passeggiare con i re senza perdere il tuo comportamento normale;
Se non possono ferire ne’ i nemici ne’ gli amici troppo premurosi; Se per te contano tutti gli uomini, ma nessuno troppo;
Se riesci a riempire l’inesorabile minuto dando valore ad ogni istante che passa: tua e’ la Terra e tutto ciò che vi e’ in essa e – quel che più conta – tu sarai un Uomo, figlio mio !

Francesco, il compagno di mia sorella Federica è morto così…

29 Agosto 2006 2 commenti


Mamma, sono uscita con amici. Sono andata ad una festa e mi sono ricordata quello che mi avevi detto: di non bere alcolici. Mi hai chiesto di non bere visto che dovevo guidare, così ho bevuto una Sprite.

Mi sono sentita orgogliosa di me stessa, anche per aver ascoltato il modo in cui, dolcemente,mi hai suggerito di non bere se dovevo guidare, al contrario di quello che mi dicono alcuni amici.

Ho fatto una scelta sana ed il tuo consiglio é stato giusto.

Quando la festa é finita, la gente ha iniziato a guidare senza essere in condizioni di farlo. Io ho preso la mia macchina con la certezza che ero sobria.

Non potevo immaginare, mamma, ciò che mi aspettava…qualcosa di inaspettato!

Ora sono qui sdraiata sull’asfalto e sento un poliziotto che dice: “il ragazzo che ha provocato l’incidente era ubriaco”. Mamma, la sua voce sembra così lontana.

Il mio sangue é sparso dappertutto e sto cercando, con tutte le mie forze, di non piangere.

Posso sentire i medici che dicono: “questa ragazza non ce la fará”

Sono certa che il ragazzo alla guida dell’altra macchina non se lo immaginava neanche, mentre andava a tutta velocità.

Alla fine lui ha deciso di bere ed io adesso devo morire…

Perché le persone fanno tutto questo, mamma? Sapendo che distruggeranno delle vite?

Il dolore é come se mi pugnalasse con un centinaio di coltelli contemporaneamente.

Di a mia sorella di non spaventarsi, mamma, di a papà di essere forte.

Qualcuno doveva dire a quel ragazzo che non si deve bere e guidare…

Forse, se i suoi glielo avessero detto, io adesso sarei viva….la mia respirazione si fa sempre più debole e incomincio ad avere veramente paura…

Questi sono i miei ultimi momenti, e mi sento così disperata…. Mi piacerebbe poterti abbracciare mamma, mentre sono sdraiata, qui,morente.

Mi piacerebbe dirti che ti voglio bene. Per questo….. Ti voglio bene e….addio.

Queste parole sono state scritte da una giornalista presente all’incidente.

?La ragazza, mentre moriva, sussurrava queste parole e la giornalista scriveva… scioccata. Ha iniziato una campagna contro la guida in stato di ebbrezza?.

Meeting di Comunione e Liberazione……la mia risposta

24 Agosto 2006 Commenti chiusi

Gent.mo Meeting per L?amicizia, annessi e connessi, Organi di Stampa di parte, stimatissimi Onorevoli,
leggo con profondo dispiacere le Vostre integerrime (beati i poveri di Spirito? ) considerazioni sulla tanto sospirata diatriba Pacs – Famiglia
La prima osservazione che sorge spontanea dalla mia povera Anima d?umile figlia di Dio è finemente linguistica: per quale motivo Vi definite Cattolici fra virgolette? ? Quello di essere ?cattolici? non lo prendiamo come epiteto?( Messaggero 04 Agosto 2006, Cronaca di Ancona) – Che significato attribuite al termine Cattolico? Caro Meeting, Mi consenta? Lei si percepisce Cattolico o Cristiano? Vi sono differenze? La risposta potrebbe essere affermativa, visto che la Vostra azione politica si basa su una testimonianza con precisissimi valori di riferimento di matrice Biblica: la Genesi, Vecchio Testamento. Quindi il Cattolicesimo è atto di ragion di stato e arte del governo? Non mi giungono echi di un Gesù Cristo impegnato in deliri politici! Le ricordo che l?ultima parola la pronunciò Barabba?. Noto uomo politico dell?epoca, ma di quale corrente??
Seconda osservazione: ? la famiglia, fondata sul matrimonio, è il fondamento della società?? Mi vedo costretta a farLa riflettere su alcuni articoli della Costituzione Italiana?.

Art.1.
L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione
Art. 2.
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.
Art. 3.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
Desidera ragionare? La sovranità appartiene al popolo! Più di 10 milioni di Italiani si riconoscono in unioni di fatto?. Un matrimonio su due, Civile, Cattolico o Concordatario ha una media di vita non superiore ai tre anni e sono circa 17 milioni (il 30%!? Senatrice Binettiiiii!?) di cui il 52,5% donne, gli italiani che hanno sperimentato lo scioglimento del matrimonio, o, per il matrimonio concordatario, la cessazione degli effetti civili dello stesso, così come è ipocritamente definito il ?divorzio? in Italia (vedesi i Patti Lateranensi!!!).
Si tratta di separati legalmente (31,7%), divorziati (30%), separati di fatto(??????????? Però! Questi sono tutelati dalla Legge!!!) (26,3%) . La maggior parte dei separati e divorziati ha tra 35 e 44 anni (31,3%) e tra 45 e 54 anni (27,8%); l’età media è di 47,2 anni. Le donne sono tendenzialmente più giovani: in media hanno 45,9 anni, 2,8 anni in meno degli uomini.
Quali sono i diritti inviolabili dell?uomo, ove si svolge la sua personalità!? Qual è l?endogeno ed esogeno significato di tale affermazione??? Come può la ?Sua? azione politica impedire il pieno sviluppo dell?essere umano? (Mi scusi, ma persona umana è un?affermazione errata; se è persona, evidentemente fa parte della dimensione dell?uomo! Salvo che non si tratti di persona giuridica, nel qual caso ci riferiamo ad una figura legale, di conseguenza bisognerebbe inserire l?etimologia corretta e modificare la Costituzione, grazie.)
Cortese Meeting, dialoghiamo sulla famiglia Italiana! ?Adamo ed Eva?, creati ad immagine e somiglianza di Dio, si uniscono nel Sacro vincolo del Matrimonio, danno origine alla loro progenie e nel 50% dei casi si separano. Conosce figli di persone separate? Vivono con un SOLO genitore, assimilano rabbia, rancore, acredine ed odio, ma questo è accettato dalla morale comune che colora tutto e tutti per non vedere i loro occhi, si riconosce in ogni viso e ama tutti allo stesso modo.
Comprendo che la Sua facoltà di percezione della famiglia sia profondamente radicata nell?amore, rispetto, fiducia e stima reciproca? Le giungono echi di ? inferni casalinghi?? Violenze morali, psicologiche, tradimenti, inganni, menzogne, ricatti, maltrattamenti; eviterei, in nome del buon gusto, di spiegarLe ciò che accade durante le separazioni? Intervisti gli avvocati, psicoterapeuti, associazioni in difesa delle donne, bambini e perché no? Anche uomini, padri separati, sottoposti al giogo della coercizione. Nel frattempo, ?Adamo ed Eva?, devono aspettare tre lunghi anni prima di presentare ricorso per raggiungere lo stato di ?liberi e belli?! Ingenuamente mi permetto di farLe osservare che il matrimonio è solo un business, redditizio per tanti, dal prologo all?epilogo.
Amato Meeting, ho due matrimoni alle spalle resi nulli da un qualsiasi Tribunale Rotale; ?Non Osi Separare l?Uomo ciò che Dio unisce?, il Cattolicesimo ha il potere di rendere invisibile lo stesso, non annullarlo, ridurlo a stato di nullità, quindi mai esistito, non se ne trova traccia!!!! La Chiesa ha le Sue leggi e pongo l’accento sul termine, il Popolo ne sta chiedendo altre!
Riconoscimento e tutela delle unioni di fatto: PACS. Patti Civili di Solidarietà. Avete letto bene? Vi siete soffermati sulle semplici parole che compongono la sigla? Patti Civili! Qual è il significato del termine civile? Civile(m) da civis, cittadino, Accidempoli! ??I diritti inviolabili dell?uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità?, possiamo tradurlo ?che riguarda i diritti privati dei cittadini????
?Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.? ? ?L?uguaglianza dei diritti non crea il diritto all?uguaglianza, perché non può essere uguale ciò che è diverso?. Lei conosce la lingua Italiana? Sa leggere? Conosce e comprende la nostra Costituzione? Non apriamo una lunga disquisizione sulle due affermazioni sopraccitate, credo che la Sua lunga riflessione sarà ampiamente sufficiente! Mi basta citare il Nuovo Testamento: ?1Non giudicate, per non essere giudicati; 2perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. 3Perché osservi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? 4O come potrai dire al tuo fratello: permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio, mentre nell’occhio tuo c’è la trave? 5Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello?. ( Vangelo secondo Matteo 7 ? 1-5).
Prediletto Meeting, Lei si sente uguale o diverso? Normale o anormale? Si riconosce nella pubblicità della Vodafone? ?Io accolgo te come mia sposa/o e prometto di esserti fedele sempre?.No!? Che importanza può avere? Sposatevi!!! Poi ve lo rendono nullo!!! Pecorelle smarrite che in quel momento vivevano immaturità affettive, negazione dell?indissolubilità, non avrebbero mai desiderato figli dal coniuge ecc.. Tre testimoni, una buona offerta a qualche missione africana ed il gioco è fatto, candeggiati e contenti! E? la Sua Legge eletto Meeting! In caso contrario ha la possibilità di moltiplicarsi come desidera, dare alla luce una squadra di calcio, niente e nessuno ostacolerebbe il Suo volere! Vi sono bambini, ragazzi, chiusi in case famiglie, abbandonati a se stessi?. Quale rilevanza? Buon sangue non mente! Si occupi dei finti vulcani di fuochi artificiali, di ?occupazioni territoriali? sottratte alla natura, di feste confezionate ad arte con sperpero di milioni di euro; uno schiaffo alla povertà, alla miseria, alle tante famiglie da Lei osannate che il 20 di ogni mese sono costrette a congelare la loro prole nell’ attesa della successiva retribuzione mensile!!
Televisioni??Giustissimo! Aboliamo le trasmissioni immorali! Cosa mi dice degli ?scambisti?? Dei Privè? Dell? 199, delle varie associazioni di volontariato(?!) Ove ci si può incontrare, innamorarsi e quindi tradire!! Come desidera intervenire nei confronti di questa società corrotta, superficiale, indegna agli occhi di Dio? I reality-show? Le soap-opera, le fiction, le letterine, paperine, veline, marzulline: ciglia lunghissime, ombretto calcato, mascara a gogò e giù con minigonne ben stampate sul sedere e il seno mezzo fuori! (ohohohohoh!). La cittadinanza agli extra-comunitari (per la quale sono d?accordo), cosa faremo? Sono di religione mussulmana e praticano la poligamia, si dovranno convertire tutti e sconfessare il Loro Credo? Come si comporterà nei confronti della disgregazione della famiglia, offrirà 30 denari? Oppure restituirà ?il senso profondo della propria identità?? Come dire in politichese ?metteremo mano al problema?. Così il tutto si ricomporrà nella giusta dimensione per la Sua coscienza. ?Ma mi faccia il piacere, mi faccia!?- consiglierebbe Totò – Vada a raccontarlo ai nuclei familiari che maledicono il giorno del loro matrimonio, a coloro che a sentir nominare questo termine hanno una crisi di orticaria! E non si permetta mai più di entrare nella nostra stanza da letto! Io non sbircio nella Sua! Non si permetta di giudicare come possono amare un uomo o una donna, non si permetta di pronunciare il termine democrazia condannando palesemente l?omosessualità, istigando con termini da dittatura una platea ormai trasformata in ameba, non si permetta di sottrarre una legittimità a tutte quelle persone che desiderano un riconoscimento dei propri diritti civili senza ricorrere ad un convenzionale matrimonio, per innumerevoli ragioni di carattere morale! E soprattutto divida lo Stato, la politica, l?etica, la ragione, la coscienza, dalla Chiesa e dal Cattolicesimo; al contrario dovrebbe occuparsi di Pastorale, scendere nelle vie poco illuminate, sotto la luce dei lampioni, ove sentirà lamenti. E? nella solitudine delle persone che si ritroverà, stia attento, è uno specchio pericoloso, è lo specchio della verità.
Beneamato Meeting, spero solo di riuscire a dimenticarmi delle parole estremamente offensive, diffamatorie e dissennate che hai seminato ai quattro venti . Dovresti vergognarti e, per il futuro, te lo consiglia una separata, ?divorziata? e resa nulla ,(nonché cittadina Italiana) se proprio non ti riesce a comportarti con un po? d?amore, almeno prova con l?umiltà. Fossi in te, pregherei l?On.Grillini, non invitato al Tuo rendez-vous, di dimenticare e perdonare, al quale sono onorata di stringere la mano.
E ricordati, caro Meeting, che Dio, come tu stesso affermi, ti tratterà esattamente come tu avrai trattato gli altri. Me compresa.

Ludovica Mazza